29/01/17 Cascine di Buti

38^ Maratonina delle colline cascinesi by fabio niccoli

38^ Maratonina delle colline cascinesi

Sembra quasi che ci abbia preso gusto...a ritornare a correre...dopo Montecatini due settimane fa, oggi a Cascine di Buti, dove tra l'altro marcavo da ben 5 anni, l'ultima volta fu un calvario fare i 29 km fin su alle antenne ma con pochi km nelle gambe...che testina...

Vabbe non divaghiamo, appuntamento nella zona industriale di cascine di Buti, arrivo poco prima delle 8 e con qualche difficoltà trovo parcheggio vicino alla "bientinese" a 700 metri dalla zona partenze.

Mi preparo con ciclisti, shirt a manica lunga sotto e shirt a manica corta del GP sopra, guanti (più che altro per portare con comodo la chiave della macchina) garmin e niente mp3 e vado ad iscrivermi.

Una volta fatto alle 8,16 parto.

Si attraversa come sempre il vialone centrale di Cascine, ma invece che uscirne in fondo, a metà si gira già a destra e si inizia a salire verso Buti attraversando le varie vie, poi solito primo ristoro nella piazza grande che ho dovuto saltare xche veramente c'era troppa gente e via di nuovo in salita sempre su asfalto.

Vado su tranquillo del mio passo, che è lentissimo.

Prima deviazione dalla 10 km che ero un po titubante proseguendo sulla 15/20 piu che altro xche non volevo tornare tardissimo a casa.

Ma poco sopra, anche la 20 si separa dal percorso che volevo fare e quindi già sono più tranquillo.

Sono vicino a due tizi che hanno il mio stesso passo quando da dietro ci richiamano fischiandoci xche avevamo sbagliato strada, con noi altre 5/6 persone poco più avanti.

Si torna indietro ed usciamo finalmente dall'asfalto dopo quasi 7 kilometri. Si attraversa il punto più bello del percorso, bosco, pineta e verso l'8 si raggiunge quota massima di 387 mslm qui il percorso è continui saliscendi sfiancanti, finalmente si comincia a scendere riconosco i posti di sempre anche e sopratutto il bosco dei comunisti...che mi strappa sempre un sorriso...Ultimi 2 kilometri vittima dei crampi, ma il polpaccio che per tutto il 2016 mi ha fatto tribolare va benissimo, i crampi son dovuti alla stanchezza ed alle gambe non più abituate a tali sforzi.

Di li a poco si arriva e chiudo la mia faticaccia di 14,530 km in 1 ora 39', stanchissimo ma soddisfatto.

Rapido ristoro, te caldo e fette biscottate con nutella e storno veloce ( si fa per dire...) verso l'auto x cambiarmi e fare ritorno verso casetta.