11/09/16 L.S.Run

Nella notte bianca Lucchese trova spazio anche una corsa, passeggiata non competitiva di 5 Km organizzata dall' " Officina podistica Lucca".

La corsa così come la zona ritrovo arrivo è all' interno del giardino dell' antico caffè delle mura.....

S.L. Run by Claudio Landucci

S.L. Run

Nella notte bianca Lucchese trova spazio anche una corsa, passeggiata non competitiva di 5 Km organizzata dall' " Officina podistica Lucca".

La corsa così come la zona ritrovo arrivo è all' interno del giardino dell' antico caffè delle mura, questa manifestazione differisce dalle usuali tapascionate domenicali per la sua esplosività di colori e allegria, i primi sono dati dai vari oggetti luminescenti offerti dagli organizzatori inclusi anche un paio di occhiali fluorescenti che nonostante la figura del fesso pure io mi sono messo, l' allegria è data dai molti ragazzi e ragazze che si muovevano al tempo della musica sparata a mille dalle grandi casse acustiche.

Altra primizia, la maglietta di colore verde indossata da tutti che non lasciava trasparire il gruppo di appartenenza anche se poi un gruppo si aggiudicherà la vittoria come più partecipante.

Novità nella novità la partenza tutti insieme scandita da il conto alla rovescia che faceva bella mostra di sè su un megaschermo, oltre questo varie dimostrazioni di danza per intrattenere i podisti e non solo.

Mancano tre minuti e ventinove secondi , e l' orologio si interrompe per consentire la fine delle esibizioni, poi poco prima dello zero viene tributato un applauso in ricordo delle recenti vittime del terremoto e contemporaneamente vengono lasciati andare verso lo spazio infinito decine di palloncini colorati.

Poi finalmente partiamo, ogniuno con la propria andatura, si scende subito dal baluardo ospitante per immetterci sulla pista ciclabile che si sviluppa in parte lungo gli spalti adiacenti le mura, poi attraversamento da porta San Anna, direzione piazza San Frediano, risalita sulla cerchia urbana fino a ritornare da dove eravamo partiti.

Non resta che andare al ristoro, un poco parco ma non si corre per abbuffarci e poi dopo la premiazione del gruppo più numeroso ( Canapino) il rientro alla magione.

Una bella manifestazione, peccato che il costo del cartellino, variava dai dieci agli otto euri sia un pò eccessivo per questo tipo di ritrovi, anche se nel costo viene data una maglietta tecnica e i vari gadget luminosi, forse un costo più contenuto del cartellino avrebbe contribuito ad una maggiore partecipazione, anche se questa è stata comunque numerosa, un grazie agli organizzatori e ai volontari per averci dedicato molto del loro tempo.