12/04/15 5^ sgambata tra i monti di Fia

Dopo due mezze maratone, Pistoia e Prato,terminate anche se con alterne fortune, oggi nel dì di festa optiamo per una tapascionata del T.P.L. e precisamente dirigiamo verso Fiano Lopeglia per la sua "5^ sgambata dei monti di Fiano Loppegglia".

5^ sgambata tra i monti di Fiano e Loppeglia by Claudio Landucci

Le Foto by Claudio Landucci

5^ sgambata tra i monti di Fiano e Loppeglia

Della serie a volte ritornano, oggi rientro in questo sito per poche parole ed alcune fotografie anche se avrei preferito aspettare la prossima domenica così da non essere sempre scalato di una posizione da una pubblicità di una corsa che fà "bella mostra di se" oramai da svariate settimane, anche se io sono abituato ad arrivare dopo.

Dopo due mezze maratone, Pistoia e Prato,terminate anche se con alterne fortune, oggi nel dì di festa opto per una tapascionata del T.P.L. e precisamente dirigo verso Fiano Lopeglia per la sua "5^ sgambata dei monti di Fiano Loppegglia".

Questa è la prima volta che la faccio e so bene che non sarà una corsa pianeggiante, scontata la scelta per il suo tracciato più lungo, la 15 km che quest' oggi si riveleranno quasi esatti, con qualche centinaio di metri in più, cosa inusuale per la quasi totalità dei percorsi del Trofeo Podistico Lucchese, poche le bellezze da fotografare se si esclude la natura che ci circonda, per trovare qualcosa di caratteristico dobbiamo deviare dal percorso ufficiale e andare verso il Monte Acuto, per arrivare sin qui il sentiero che percorriamo è letteralmente costellato di violette e primule che si perdono a vista d' occhio.

Una sgambata alquanto dura con tutti i suoi sali scendi che mette a dura prova la tenuta delle gambe e soprattutto delle cavigle complici alcune strote, all' arrivo un ristoro ancora ben fornito con una fumante pastasciutta presa d' assalto già dalle otto del mattino, , per me una mela a niente altro.

Buona l' organizzazione cui va un grazie.