25/01/15 Maratonina delle Colline

Cascine di Buti ha accolto i tre trofei con la consueta ottima accoglienza, parcheggi agevoli ed organizzazione di alto livello

Tutto e di più, per una Mitica (e semi abusiva) scalata al Serra by Loris Neri
E' andata bene.....e non solo la corsa by Daniele Fedi

E' andata bene.....e non solo la corsa

Con il freddo aumentano i problemi alle ossa, ai muscoli, alla circolazione.

Oggi, a quel che mi dicono e leggo, è andata bene, ma un podista si è sentito male per un arresto cardiaco, risolto brillantemente grazie al pronto e capace intervento di un altro podista, che ha praticato ripetutamente un massaggio cardiaco.

Grazie, sei stato bravo.

Adesso parlo della marcia di oggi, la Maratonina delle Colline Cascinesi giunta alla 36.ma edizione.

Una edizione che ha riunito tre trofei : Pisano,3province e lucchese

Eravamo in tanti e la strada principale di Cascine di Buti era piena di podisti.

Coro: anche i viottoli, non si passava....

Vero, bella festa dello sport.

Cominciamo col dire che era freddino, ma non troppo, ed anzi rispetto alle precedenti edizioni 5 gradi erano ben sopra la media.

Giornata discreta, ancora non ventosa ( il vento arriverà nel pomeriggio) e parcheggio facile come sempre.

Parto da Calci con 8 gradi e poi vedo che strada facendo arriviamo a 10....decido di partire a maniche corte, pantaloncini corti...e guanti

Così conciato, fa freddino, ma come si dice: se stai bene prima di partire, starai male dopo, per cui meglio patire un pò di freddo e poi con la salita...ci si scalda.( vale solo per chi corre, non certo per chi cammina)

Mi accorgo che sto bene ed anche in salita ho un buon passo, decisamente migliore di quello delle settimane precedenti.

Poi la situazione cambia.....e....un drappello di persone ferme.....un podista sdraiato con un altro che disperatamente, ma con perizia, cerca di rianimarlo

...commenti....domande....sguardi bassi e...la voglia di correre che passa.

Qualche metro in silenzio... quasi in raccoglimento temendo il peggio...e non sarebbe la prima volta.

La sirena dell'ambulanza ci accompagna per un bel pò, la sentiamo girare e rigirare.....mi dicono che non trovava il punto preciso ( non so se però sia vero).

Pian piano riparto a correre....la salitella è duretta come sempre....specialmente gli ultimi 100 metri a Buti e sinceramente mi sono ritrovato un pò di paura addosso....meglio andare cauti.

Ristoro in piazza e poi bivio 10km ...e le altre lunghe.

Coro: 10

Vero, come sempre....

A quel punto il percorso è lo stesso di tutti gli anni e zizzagando fra chi cammina a ventaglio e non lascia mai un centimetro per passare....arriviamo

al Circolo dove, preso l'olio ci attende un buon ristoro.

La temperatura è leggermente aumentata e si sta bene.

Conclusioni:

- casino alla partenza, ma è giustificato dal numero dei podisti.

- percorso come sempre degno di questa manifestazione

- chilometri parzialmente segnati ( i cartelli, secondo me non si vedevano molto e sulla 10 non c'erano )...ma se uno si sente male, come si fa a dire dove siamo?

- rinnovo l'invito a dotare le marce di un defribillatore ad ogni ristoro (magari portato da vari Trofei), in modo che siano utilizzabili il più velocemente possibile.

- in un mondo di computer sarebbe facile distribuire sul percorso varie mappe con la famosa scritta TE SEI QUI....in modo da essere utile, sia a chi corre, sia a chi dovesse prestare soccorsi.

- ristori decisamente validi

- segnalazioni valide ed addetti numerosi.

Una corsa ben organizzata.

Concludo con l'augurio che il podista infortunato oggi possa riprendersi al più presto.

Ciaooooo

Daniele Fedi