04/01/15 Santa Croce sull Arno

Santa Croce sull' Arno 21^ Maratonina di carnevale

Prima corsa dell' anno sotto le insegne delle tre province,T.P.L. Oggi per l' occasione siamo in quel di Santa Croce sull' Arno per la 21^ maratonina di carnevale, ospiti del gruppo sportivo degli Spensierati

Maratonina spensierata by Alessandro De Cristofano
21^ Maratonina di carnevale by Claudio landucci

Le Foto by Claudio landucci

21^ Maratonina di carnevale

Santa Croce sull' Arno 21^ Maratonina di carnevale

Prima corsa dell' anno sotto le insegne delle tre province,T.P.L. Oggi per l' occasione siamo in quel di Santa Croce sull' Arno per la 21^ maratonina di carnevale, ospiti del gruppo sportivo degli Spensierati la cui espressione max di allegria ha il volto dell' amica Lisena con la sua inseparabile macchina fotografica, la concorrenza comincia a farsi spietata,la seguono a ruota, il Passetti, il Loris, il Ciapetti e via dicendo e pensare che ero convinto che dopo di me il diluvio.

Oggi abbiamo appuntamento con gli amici podisti del gruppo delle "19:30 run corri che ti passa", per l' occasione promuovono la nuova corsa che si terrrà il prossimo 18 C/M in quel di Montecatini col classico volantinaggio, (bei tempi quelli in cui anche io tappezzavo migliaia di macchine coi volantini del mio credo politico), questo fà sì che si parta ben oltre le otto e trenta.

Il freddo degli ultimi giorni oggi è già un ricordo, il generale inverno si piega ad una nuova ventata di tepore e solo il cielo plumbeo e la nebbia che ogni cosa ammanta ci ricorda che siamo o dovremmo essere ancora nel bel mezzo dell' inverno.

Come sovente avviene con tutti i percorsi che ci vengono offerti noi optiamo per quello più lungo, 20 km nonostante la Caterina non sia propriamente in forma, anche altri del nostro piccolo gruppo seguono questa via, qualcuno si decide per la 14 km, tutto questo non prima di avere effettuato la prima ed unica asperità che ci si para innanzi, poi ci perdiamo di vista e a noi non resta che proseguire con andatura blanda.

Il nostro peregrinare ci porta ad attraversare la tenuta di Montefalcone, un passaggio anche dall' oasi Cites della Forestale dove vengono accuditi alcuni rapaci, proseguendo arriviamo poi al parco Robinson, qui il folto della boscaglia lascia lo spazio ad un giardino dal sapore antico,siepi curate, statue dall' aria vissuta, una garritta dove all' interno vi è la statua di un santo in preghiera, cose che l' occhio coglie e la camera immrtala solo se l' andatura è turistica.

Usciti da questo piccolo mondo antico ritorniamo alla realtà della corsa, direzione Santa Croce per sancire la fine anche di questa avventura, scambio di auguri di buon anno agli amici che ancora stazionano in zona, un sorso di te e ritorno verso casa per un rapido cambio e poi al lavoro.

Come sempre bella e ben organizzata la corsa sotto gli apetti paesaggistici e logistici, una piccola pecca nulla al ristoro finale per i celiaci, neanche uno spicchio di arancio e pensare che nella nostra mini comitiva ve ne erano ben tre di celiaci, un grazie comunque a tutti quelli che si sono prodicati per il nostro divertimento.