05/10/14 20^ maratonina del Campanone
[###]

20ª Maratonina del Campanone Competitiva di km 21,097 e non competitiva di 7

Una splendida giornata di sole ha accolto in quel di Lammari i partecipanti alla "20^ Maratonina del Campanone, una mattinata che di autunnale ha solo la posizine assegnatale dal calendario solare, fresca di prima mattina ma che col passare del tempo si va via via riscaldando.

20^ maratonina del Campanone by Claudio landucci

Le Foto by Claudio landucci

20^ maratonina del Campanone

20ª Maratonina del Campanone Competitiva di km 21,097 e non competitiva di 7

Una splendida giornata di sole ha accolto in quel di Lammari i partecipanti alla "20^ Maratonina del Campanone, una mattinata che di autunnale ha solo la posizine assegnatale dal calendario solare, fresca di prima mattina ma che col passare del tempo si va via via riscaldando.

Il itrovo è presso il Circolo sportivo S. Iacopo, via Lombarda, la partenza fissata per le ore: 09,30.

Oggi non pare esservi una grande affluenza di competitivi, ossia ce ne sono parecchi ma molti hanno scelto di viverla da comparse facendo chi un giro, chi 10 Km chi un lungo in vista delle imminenti maratone autunnali, alla mancanza della quantità sopperisce la qualità con le oramai consuete presenze degli atleti degli altopiani che si giocheranno tra loro i gradini del podio, per gli stanziali o indigeni del luogo rimangono i posti da comparsa ma egualmente di valore tenuto conto della disparità nei confronti dei primi, a loro tanto di cappello.

Diverso il discorso in campo femminile dove la presenza di una sola atleta di colore se la giocherà con le nostre agguerritissime concorrenti, questa è una corsa dal sapore antico e non solo per l' età neanche tanto in là, ma per la mancanza dei palloncini detta tempo, il chip elettronico, la punzonatura, unica concessione concessa alla tecnologia i cronometristi, in compenso dalla sua ha un percorso veloce, totalmente pianeggiante e parzialmente chiuso al traffico. Altra particolarità apprezzabile la presenza delle "Lammarine", intese come atlete femminili del gruppo sportivo Lammari che percorreendo il tracciato in senso inverso alla gara ci incitanoe ci spronano a non mollare.

Prima della parternzaviene decretato un minuto di silenzio in ricordo di un podista locale che ci a abbandonato recentemente,e devo dire che l' uomo cardine di questa corsa ha il suo bel da fare per farsi ascoltare e deve ricorrere a tutta la sua estensione ugulare per chetare il vociare che regna tutto intorno, al termine del minuto di raccoglimento lo sparo dà il via alla gara.

Tre giri da 7 Km cadauno ben serviti da ristori e spugnaggi, oggi per me niente tempo programmato, si và a sensazione, primo giro 31 minuti e spicci, secondo tara barallla,poco prima del secondo passaggio un lungo clacsonare ci avvisa che i primi stanno per tagliare il traguardo, 1 ora e 2 minuti e 357 40 secondi, per lui è terminata la fatica per me ed altri ancora un giro di sofferenza, ma oramai si fa il conto alla rovescia dei Km mancanti, 6 5,4, 3, 2 ,1 arrivo un ora trentatre e 10"... 13° di categoria così come la Caterina, anche in questo siamo accomunati, un salto di corsa al ristoro e ritiro premi, una altrettanto veloce doccia e ancora di corsa a casa perchè è ora di andare al lavoro.

Buona come sempre l' organizzazione da tutti i punti di vista e DIO volendo ci vediamo il prossimo anno.