28/09/14 39^ Passeggiata panoramica
[###]

Ieri, fotografo e basta, oggi fotografo in corsa,,delle due devo dire che la prima è più facile.

Oggi prendo parte alla 39^ passeggiata panoramica di Quarrata e anche qui la salita non manca, è vero cìè anche al discesa ma i Km circa 16 la rendono molto dura, impossibile pensa re di rientrare tra i premiati nonostante siano molti ma recuperare tutti quelli che mi hanno sopravanzato mentre all' apice della salita ero intento a fotografare mi è stato impossibile.

39^ Passeggiata panoramica by Claudio landucci

Le Foto by Claudio landucci

39^ Passeggiata panoramica

Domenica 28 Settembre 2014

Quarrata – Pistoia

39ª Passeggiata Panoramica

Ieri, fotografo e basta, oggi fotografo in corsa,,delle due devo dire che la prima è più facile.

Oggi prendo parte ovviamente con la Caterina alla 39^ passeggiata panoramica di Quarrata e anche qui la salita non manca, è vero c'è anche la discesa ma i Km circa 16 la rendono molto dura, impossibile pensare di rientrare tra i premiati nonostante siano molti ma recuperare tutti quelli che mi hanno sopravanzato mentre all' apice della salita ero intento a fotografare mi è stato impossibile.

La corsa partecipata per la prima volta l' anno scorso si sviluppa su una distanza di 15 Km e 600 metri circa su percorso collinare e molto nervoso, questa è una gara molto partecipata e ben premiata, ma rientrare tra gli omaggiati è molto dura, non sono presenti grandi campioni ( con questo intendo nomi straconosciuti ), e se si escludono pochi veramente forti, gli altri sono abbastanza livellati almeno vedendo la colonna che mi si para innanzi negli ultimi Km e questo la rende una gara veramente amatoriale.

La partenza è fissata per le ore nove e il ritrovo è presso il mobilificio Fattori di Quarrata che funge da sponsor per la compagine che organizza questo evento, molti sono i podisti presenti, tanti anche i passeggiatori, gli unici che sicuramente si godranno il percorso "panoramico" per il resto solo lo sforzo e la fatica di aggiudicarsi la vittoria o una posizione nella classifica che lo gratifichi del suo impegno.

Oggi arriviamo abbastanza presto e così riusciamo a parcheggiare circa 600 metri dal luogo della partenza,rispetto l' anno precedente, abbiamo anche il deposito borse e per di più custodito, una volta fatta la punzonatura alle nove meno due minuti lo sparo del giudice starter darà il via alla competizione, la prima parte si snoda su sostanziale falsopiano per circa duemila duecento metri, poi sarà subito un primo assaggio di salita per un Km seguita da una discesa di eguale distanza, qui il gruppo che già si era di molto allungato subisce una scrematura sostanziale e si formeranno vari gruppetti che cercheranno di tirarsi l'un l' altro per non rimanere soli.

Finita la discesa, poche centinaia di metri di quasi pianura e nuova impennata della strada, questa più corta circa seicento metri ma più dura della precedente dove tanti ( anche io), passano dalla corsetta al passo svelto, al termine di questa pettata, siamo nel punto più alto della passeggiata, sul colle di Buriano dove ad accoglierci è una splendida struttura e qui devo fermarmi per scattare qualche foto, sicuramente perderò parecchie posizioni ma voglio dei ricordi di dove sono transitato, d'altronde sono poche le probabilità che parta da casa per visitare questi posti.

Terminata la salita la strada si dipanerà in vari saliscendi per circa tre chilometri e mezzo, anche in questa edizione fanno comparsa i bofonchi ma per fortuna alcuni addetti sono nei paraggi armati di insetticida o quant' altro per ogni evenienza, non rimane che ringraziarli e riprendere la corsa.

Al termine di questi strappi avremo la discesa ed un ultimo tratto di pianura transitando per il parco cittadino ancora poche centinaia di metri di nuovo in discesa e finalmente l' arco da qui siamo partiti segnerà la fine di questa corsa, un ora e 18 minuti per completare i quindici Km e seicento metri del percorso, soli cento metri meno del dichiarato, solita attesa della consorte che arriverà qualche minuto dopo rientrando a buco nelle premiate.

Devo dire che il percorso della gara rispecchia in pieno il suo titolo, anche se la ho corricchiata per quel poco che ho potuto vedere il panorama che ci si presentava innanzi era veramente degno di essere ammirato, ricco, ricchissimo il ristoro finale e cosa di non poco conto un pacco iscrizione differenziato per i celiaci, almeno oggi non portiamo a casa la solita pasta, e Caterina e quelle nelle sue stesse condizioni ringraziano.