20/09/14 22 staffetta del pioppino
[###]

Sabato 20 settembre Antraccoli - Lucca

22ª Staffetta del Pioppino

Oggi in quel di Antraccoli si è disputata la 22^ staffetta del Pioppino, gara organizzata dal gruppo podistico Antraccoli e facente parte del Criterium Podistico Toscano. La gara competitiva a staffetta di km 4 x 4 si svolge su un percorso oramai collaudato ed è pari ad un giro della cerchia muraria della città di Lucca considerato che eccede di buoni 200 metri dal dichiarato, buona parte di questo si svolge su strada asfaltata ma un tratto è su terreno reso allentato dalla pioggia caduta fin troppo abbondantemente nella notte testè trascorsa.

22^ staffetta del Pioppino by Claudio landucci

Le Foto by Claudio landucci

22^ staffetta del Pioppino

Sabato 20 settembre Antraccoli - Lucca

22ª Staffetta del Pioppino

Oggi in quel di Antraccoli si è disputata la 22^ staffetta del Pioppino, gara organizzata dal gruppo podistico Antraccoli e facente parte del Criterium Podistico Toscano. La gara competitiva a staffetta di km 4 x 4 si svolge su un percorso oramai collaudato ed è pari ad un giro della cerchia muraria della città di Lucca considerato che eccede di buoni 200 metri dal dichiarato, buona parte di questo si svolge su strada asfaltata ma un tratto è su terreno reso allentato dalla pioggia caduta fin troppo abbondantemente nella notte testè trascorsa.

Oltre cinquanta compagini si sono date battaglia sotto una cappa di umidità che rende impossibile non grondare sudore anche stando fermi, a farla da padrone il Parco Alpi Apuane con ben otto staffette, anche se non tutte propriamente "pure", ma questo vale per molte delle compagini presenti

La vittoria ha arriso al gruppo del gracco Apuano con il quartetto composto da Daniele Del Nista, Felix Cheruiyot, Alberto Boldrini e William Kibor, al secondo posto l’Atletica Livorno, con Valerio Cecconi, Joao Neves, Federico Meini e Luca Lemmi, sul terzo gradino del podio un altra compagine Garfagnina composta Marco Baldini, Andrea Piersante, Mario Bonini e Gianfranco Caruso, al quarto posto ancora i bianco verdi con Roberto Gianni, Daniele Rubino, Stefano Simi e Lorenzo Checcacci.

Al 5° posto la Toscana Atletica in 57’42” con Alessio Bargiacchi, Lorenzo Casini, Mattia Treve e Hicham Midar. altre prestazioni delle altre formazioni Apuane,sono l’ottavo posto di Luca Lombardi, Davide Lampitelli, Mauro Vierin e Nicola Matteucci, mentre al 10° posto tra gli assoluti si insediano Massimo Igliori, Marco Barbi, Andrea Massari e Rossano Fanani. Tra le donne a vincere è stata la formazione della Corradini Rubiera, con Martina Facciani, Laura Ricci, Daniela Paterlini e Gloria Marconi, al secondo posto le atlete del GS Lammari con Rachele Fabbro, Sara Orsi, Anna Laura Mugno e Denise Cavallini. Un discreto piazzamento per le donne del GP Parco Alpi Apuane, ma di fatto una squadra mista composta da Amelia Nardini, Caterina Ferroni, Paola Lazzini e Claudia Astrella, hanno conquistato la 5° posizione.

Tra i Veterani a salire il gradino più alto del podio è stato il quartetto de La Galla Pontedera composta da Roberto Mazzantini, Marco Osimanti, Claudio Carlotti e Maurizio Lorenzetti, buoni i piazzamenti del gruppo dell' uccello Apuano Fabio Belletti, Franco Francesco Gabrielli, con un innesto del gruppo del Porcari composto da Adriano Matteoni e Massimo Tocchini si sono piazzati al 4° posto, seguiti al 5° da una squadra tutta Parco Apuane composta da Enzo Salvioni, Luciano Bianchi, Claudio Landucci e Flavio Lazzini.

Al termine delle premiazioni dilungatesi alquanto per la scorrettezza di alcuni atleti che una volta tagliato il traguardo non si toglievano il pettorale crendo confusione tra i cronometristi in molti si sono fermati a cena per suggellare nel migliore dei modi l' amore per questo sport che ci unisce,in questo convitto il nostro atleta di punta William Kibor ha suggellato anche per il 2015 il suo sodalizio col gruppo sportivo delle Alpi Apuane,in ultimo permettemi un personalissimo inciso , ho avuto l' onore di cenare insieme allo speaker della manifestazione e grande Amico Marco Rovai.

P.S. non avrei voluto scrivere niente stante il comportamento al limite dell' ostracismo di un "signore" della società organizzatrice che si ostinava a farci retrocedere dal posto in cui stavo per scattare le foto, inclusa la reporter di Runners che evidentemente era lì per uno sfizio personale e non per riprendere la manifestazione che poi vedremo in onda, tutto questo non tenendo conto che altri sostavano innanzi a noi e questo mi è costato tempo per ritagliare le foto avendo sempre davanti chi mi tappava la visuale.