14/09/14 23¬ Scarpinata delle Cerbaie 1
[###]

Galleno - Firenze

23¬ Scarpinata delle Cerbaie 19░ Trofeo Via Francigena

Galleno val bene una corsa,dopo avere trascorso la nottata al lavoro e per di pi¨ facendo anche un ora di straordinario senza neanche passare dal letto ci portiamo in quel di galleno per sua passeggiata.........

23^ Scarpinata delle cerbaie by Fabio Niccoli
23¬ Scarpinata delle Cerbaie 19░ Trofeo Via Francigena by Claudio landucci

Le Foto by Claudio landucci

23¬ Scarpinata delle Cerbaie 19░ Trofeo Via Francigena

Galleno - Firenze

23¬ Scarpinata delle Cerbaie 19░ Trofeo Via Francigena

Galleno val bene una levataccia, anche se per me non si tratta di alzarmi ma solo di attendere l' ora per prendere la strada che mi porterÓ nella provincia di Firenze, l' occasione Ŕ la scarpinata delle Cerbaie, organizzata dal gruppo sportivo dell' amico Loris.

Una volta arivati nei pressi della partenza notiamo che il campo adibito al parcheggio Ŕ stranamente vuoto, vuoi vedere che abbiamo sbagliato giorno, impossibile perchŔ abbiamo incrociato i figuranti intenti alla preparazione del farro, proseguiamo e dirigiamo verso il pi¨ lontano parcheggio ove solitamente lasciamo la quattro ruote ma veniamo fermati da un addetto che ci dice la partenza essere dove si svolge la sagra della bistecca un Km oltre, dirigiamo colÓ e lasciamo la vettura al primo parcheggio disponibile buoni 600 metri dalla zona ritrovo, al nostro arrivo notiamo ancora una gran confusione tanto da presagire che i presenti quest' anno superino quelli delle scorse edizioni.

Anche se oramai sono alzato da 24 ore insieme con la Caterina decidiamo di fare il percorso pi¨ lungo, la 20 Km ben sapendo che sia molto impegnativo, non per le grandi salite ma per il terreno che attraverseremo, questo in larga parte all' interno delle Cerbaie reso allentato dalle recenti piogge, ma Ŕ quando si rientra sulla strada asfaltata che nelle gambe si fÓ sentire il cambio di appoggio.

Questa non Ŕ una corsa con grandi bellezze da vedere, l' unica Ŕ lo stupendo scenario del parco che attraversiamo, in larga parte calpestando l' antico sentiero della via Francigena almeno stando alle pietre migliari che fanno capolino dai cigli dei fossi, oltre al tratto sul finale, quello ciottoloso dove i figuranti attendono il passaggio dei podisti per un ristoro a base di farro, molto apprezzato e che taluno preso dalla frenesia di arrivare all' agognata meta (quasi fosse un pellegrino diretto a Roma) si gusta lungo la strada pensando bene poi di abbandonare la scodella lungo percorso.

Dicevo, percorso senza bellezze archiettoniche da ammirare ma da qui a dire che sia brutto ce ne corre, la natura ha un suo fascino e in questo perido pre autunnale veste il suo abito migliore, bello poi e da apprezzare il piccolo ristoro sul finale offerto da un bambino poco prima di arrivare composto da qualche chicco di uva, ma il gesto in sŔ Ŕ stato bello a vedersi.

Un grazie agli organizzatori ed ai volontari per essersi messisi a nostra dispozione lungo il tracciato vegliando sulla nostra incolumitÓ.