07/09/14 Ponte a Moriano

42^ sgambata del Ponte by Fabio Niccoli

42^ sgambata del Ponte

Domenica mattina, dopo un agosto tragico a livello "corsistico", torno a correre e lo faccio partecipando alla non competitiva di Ponte a Moriano (Lu) paesino adagiato sulla sponda sinistra del fiume Serchio, una 35ina di minuti da casa.

Si avevo la ben più vicina corsa a Borgo a Buggiano ma le competitive, per ora non mi attraggono, più avanti si vedrà...

Dopo una bella settimana di allenamenti, nel senso che son riuscito a correre per ben tre volte i miei 6 kilometrini, giugno a questa corsa per me nuova, (avevo però partecipato a quella che viene organizzata qui dagli Alpini a Luglio di qualche anno addietro), visto che l'altra non competitiva, prevista per stamani,di Isola di San Miniato, l'ho già corsa due volte.

Arrivo poco prima delle 8 e parcheggio lo scooterone con qualche perplessità sul marciapiede proprio davanti la sede della Croce Verde, luogo di ritrovo partenza ed arrivo gara.

Mi preparo con canotta pantaloncini garmin ed mp3 e vado ad iscrivermi.

Alle 8.06 parto.

Mi ero documentato sulle edizioni precedenti e sembra che la lunga sia di circa 15, penso che con la giusta dose di testa dovrei riuscire a farcela nonostante sia da maggio che non vado sopra i 10 km...

Il mese scorso a Matraia mi dovetti accontentare della media di 9 km.

Per i primi 4 km tutto pari tra asfalto e sterrato, ci si dirige verso Marlia, poi dopo si inizia a salire costeggiando un paio di belle ville attraversando percorsi già fatti con altre corse una, la famosa marcia delle Ville.

Poi si sale in modo più significativo raggiungendo Ciciana e scollinando a quota 268 mslm e devo dire di esser andato su senza particolari problemi.

Ristori regolarissimi dopo sempre 3/4 km dove prendo acqua e tè, solo al primo avendo già fame ho preso una manciata di susine...

7 km percorsi passato anche Palmata, e ricordandomi delle recensioni lette dovremmo essere a metà percorso però mi mancava la vista del Santuario che cercavo senza trovarlo.

Mah fatto stà che si inizia a scendere e proprio al 9 km c'è l'ultima deviazione, a destra la 18 a dritto la dieci, riconosco di essere nei pressi della Croce Verde.

Prendo a destra e si prosegue sul pari per 1,5 km.

Poi ristoro e girando lo sguardo a destra vedo una terribile salita prima su asfalto poi su sentiero che di li a poco, in un kilometro ed 800 m ci porta fin su al santuario a quota 343 mslm.

Questo tratto lo cammino proprio perchè era durissimo e per preservarmi tra l'altro gustandomi il bel panorama ed approfittando di essere nel bosco al fresco.

Una volta in cima ecco i primi segnali di crampi, ma intelligentemente sono riuscito a gestirmi e dopo aver preso anche un fico per darmi energie inizia la discesa dove tengo un passo deciso sui 4'30" poi kilometro finale e chiudo la corsa di 18,09 km in 1ora54' non un tempone ma contava solo riuscire a portare a termine così tanti kilometri.

Al ristoro un paio di bicchieri di un buon tè freddo ed una schiacciatina poi mi cambio e torno soddisfatto verso casa, colazione e doccia.