18/05/14 Porcari corre
[###]

Porcari è sempre Porcari

Le corse si susseguono, come gli anni che inesorabilmente avanzano, ma mentre noi poveri umani ci riempiamo di rughe così non avviene per questa corsa, che cambiata data e trofei di riferimento continua nel suo incedere conscia del valore conquistatasi col trascorrere degli anni, col lavoro di tutti i suoi adepti e l' entusiasmo che mettono per questa passeggiata che si protrae nell' arco dell' anno intero.

Parteciperò alla Porcari Corre e correrò, giocherò, mi divertirò, mangerò, sognerò, guarderò... by Loris Neri
30^ Porcari corre by Fabio Niccoli
Bella...Bella...Bella :15km 7 ristori by Daniele Fedi
Video demenziale della corsa by Marco Cecchella
La Cronaca by claudio landucci

Le Foto by Claudio landucci

Parteciperò alla Porcari Corre e correrò, giocherò, mi divertirò, mangerò, sognerò, guarderò...

Prima le brutte notizie, poi quelle belle, andando per gradi:

- La scritta Hoolywoodiana è apparsa in ritardo rispetto agli anni passati.

Ogni pomeriggio che facevo la via Romana, quella scritta bianca Porcari Corre sembrava non comparire mai.

Quando appare, splendende nel cielo, evinco subito che il 18 maggio sarà un giorno speciale.

- Il calendario impone un dubbio gravoso: San Miniato Basso, col suo meraviglioso percorso, o Porcari con una Festa travestita da corsa podistica?

Qualunque sia la scelta finirò dentro una botte di ferro.

Diciamo che andrò a Porcari perchè resta più vicino casa.

- Le prossime normative italiane vogliono rendere problematica la questione Ludico Motoria.

Dove cadranno le forbici porcaresi? Quale tratto di percorso taglieranno? I miei piacevoli 25k saranno ridotti a 20k. Spero altrettanto belli.

-

Queste le brutte notizie. Passiamo a quelle belle e torniamo a sorridere.

- Ci sarà il Ministro dell'Istruzione. Che Festa sia.

- Sarà una bella giornata di sole. Non afosa, ma neanche con la pioggia. Quindi niente fango.

- Incontrerò facce sorridenti, bimbi giocosi, belle fanciulle, e Amici podisti.

- La mia macchina fotografica tornerà a colpire, e resterà estasiata da Montecarlo;

dalla catapulta e dai personaggi storici;

dalle verdi braccia del famosissimo Quercione;

da quelle colline dipinte sotto un azzurro limpido, come se fossero giocattoli maneggiati da un bimbo prodigio;

da quella Torretta bianca che pare inutile quanto le mutande ad un nudista, ma che vista da quaggiù sembra la Stanza sul Paradiso;

e inoltre stamperà le proprie immagini su facebook;

immortalerà persone abbracciate, e splendide ragazze appollaiate sul marciapiede a gustarsi un uovo al tegamino (si corre e si mangia);

troverà gambe veloci e scattanti quanto un fulmine nel mezzo del mare, o lente e calme come una donna che osserva le vetrine del Fillungo.

- Le mie gambe solcheranno i sentieri, e le suole delle scarpe s'appoggeranno sulle stradine ombreggiate di Montecarlo.

Scavalcheranno piccole colline e campi illuminati dal sole.

Sentirò l'erba tagliata sotto ai miei passi.

- Troverò quei dolcissimi, coloratissimi, e rifornitissimi ristori.

Porcari Corre. Cammina. Chiacchera. Si Diverte. Mangia. Si Colora.

- Rallenterò per parlare con qualcuno. Con molta gente, e se vorrò, potrei tornare a parlare il dialetto emiliano.

- Per tutti i 20 chilometri la mia corsa sarà rilassata, poco atletica, e sembrerò più un anziano che guida la cinquecento, piuttosto che Valentino Rossi sfrecciare con la Yamaha.

Il mio passo sarà quello del tapascione più tapascione. Anche perchè trovando un ristoro (e relativi addetti dall'innata disponibilità e simpatia) ogni due/tre chilometri, sarà impossibile fare diversamente.

Mangia qua e mangia là, nonostante stia correndo e il consumo di calorie sia al massimo, mi sembrerà d'ingrassare, invece che rimanere in forma.

- Finalmente in una corsa troverò del buon caffè ricoperto da panna schiumosa. Un'autentica sterzata d'energia, che vorrei trovare spesso, soprattutto nelle maratone (quando le forze fisiche si riducono al lumicino).

- Resterò fermo più del solito. Perchè sono certo che troverò Claudio e la Caterina, non forzati dal cronometro, ma soddisfatti di avere la macchina fotografica per i loro ricordi.

Con loro mi divertirò a giocare con le carte. Una Donna di Cuori e un Fante di Picche ci abbracceranno come fratelli. Perchè Cinzia e Massimiliano, per noi che corriamo, lo sono.

- Guarderò i pagliacci regalare palloncini colorati, e i cani scodinzolare le loro code.

Tutti faremo parte di una festa.

6952 partecipanti, senza contare gli attori principali.

Un gruppo che sventola bandiere a strisce con i tre colori brillanti del cielo.

Un ranocchio saltellante, e una signora Regina pronta a regalarci morbide carezze.

- alla fine dopo 2h29.59 di corsa, e 20,250k con un passo tapascionistico di 7.25 m/km mi ricaricherò bevendo un caffè d'orzo, e mangiando pezzi di dolci.

Parlerò con Tommaso e con altre persone. Ci scapperà qualche risata, tanti sorrisi, e alcune perplessità.

- Stanco, ma non troppo, tornerò alla mia auto, poi andrò ad incontrare alcuni gatti, diventati ormai parte della mia vita.

Avrò lasciato Porcari da qualche minuto e pochi chilometri mi divideranno da quell'enorme svago, sperando che ci siano sempre ore divertenti e altre Porcari Corre nella vita di tutti.

- Loris Neri - Podistica Galleno