05/04/14 Trofeo Fapim
[###]

Corsa pomeridiana organizzata dal Gruppo Marciatori " Amici di Graziano " di cui buona parte è svolta all'interno dell'area naturalistica del lago di Sibolla.

13k dove tra nuvole e campi fioriti è stato possibile fare delle belle foto...

Spianate e Sibolla. Quando basta restare vicino casa e correre sereni by Loris Neri

Le Foto by Loris Neri

Spianate e Sibolla. Quando basta restare vicino casa e correre sereni

Per questo week-end è prevista un'altra doppietta.

Oggi tappa obbligata a due passi da casa, perchè rimango alle Spianate con una corsa preparata dagli Amici di Graziano e coadiuvati dai miei compagni della Podistica Galleno.

Inutile dire che qualche chilometro di questo percorso è ricalcato spesso dalle mie gambe, specie in inverno.

Dopo averli fatti con una torcetta in mano, riesco a correrrli alla luce del sole. E non sarò mai solo.

-

Mi porto appresso l'auto, e pure oggi le partenze sono quasi anticipate.

Mi chiedo: la notte non dormite per poter partire alle 7, e il giorno pranzate alle 11 per correre (camminare) già alle due del pomeriggio?

M'iscrivo e scambio alcune chiacchere con Luca, Gemma, e Liliana. Tutti mi dicono la stessa cosa: è molto che non ti vediamo.

Mi streccio e sgommo.

-

Esco dal centro del paese, un pezzetto di provinciale e poi l'argine del Sibolla.

Incontro la Lisena e l'Antonia, facendo così soffrire il garmin, ma accendendo la digitale.

Nessuna pretesa di velocizzare questi momenti, la simpatia è sempre ben accettata. E poi damattina ci sarà la Capanne Corre con i suoi 21k che da un paio d'anni non frequento più.

-

Dopo via Ponte ai Pini trovo il ristoro in Corte Moroni di Sopra.

Un angolo di via passata, di pace contadina, e teneri anziani col bastone. che mi salutano mentre sto passando davanti a loro.

Nadia e l'altra amica del Galleno sono le due responsabile di questo semplice, ma indispensabile rifornimento.

Vicino a me si è formato un gruppetto di colorite donne.

Tutti ripartiamo verso un sentiero che ci porta nell'Area Protetta del Lago di Sibolla.

-

Tra orchidee selvatiche, felci, stagni e laghetti vari la mia digitale pare divertirsi più di me.

Amo correre in questo spazio verde, e da quando hanno rinnovato (pulitura, ghiaietto, staccionata) i sentieri principali farlo è ancora più piacevole.

Ma, come tutte le volte che una corsa passa di quà, vuoi per le foto, vuoi per un'occhiata verso il Lago (ancora troppo troppo nascosto, e purtroppo mai visto), riesco SEMPRE a sbagliare percorso.

Proseguendo dritto -lungo il sentiero e verso la vera uscita dell'Area- piuttosto che svoltare nella piccola redola che affianca il maneggio.

-

Dopo aver fatto un paio di stradine, noto il cartello Ristoro, sapendo che sono a 100 metri dall'arrivo (!)

Sto per svoltare a sinistra, ma ricordo di aver visto il gazebo prima di parcheggiare l'auto, vuoi vedere che c'è un prolungamento del percorso.

Infatti.

Sosta ad abbeverarmi, mentre l'Antonio del Massa e Cozzile (domenica ci vediamo al Ghibellino) si era allontanato dal suo incrocio. Anche ai volontari può venire sete.

Saluto e ringrazio, mi faccio via dei Carmignani, via Palandri Sud e via Chimenti, sostando a fare qualche piccola foto.

Giro a sinistra e termino questa piacevole corsa dopo 13,320k e 1h24.23 con la media rilassata di 6.20 m/km.

-

Una fetta di panepomodoro (di pessima qualità), un pezzo di pizza (discreta), un biscottone (molto buono), il pacco gara (per 3 euri ci manca qualcosa) chiudono questa mia partecipazione.

Non prima di essermi abbracciato a qualche donzella, e aver fatto due discorsi con Alessandro.

-

Loris Neri - Podistica Galleno