23/03/14 Marcia di Pinocchio

Splendida corsa su di un percorso molto bello.

Una salita strepitosa tra boschi e pietre bianche, una discesa panoramica, il Parco di Pinocchio, dove tutti i podisti tornano bambini.

Chi è partito tardi, ha evitato pure la pioggia...

34^ marcia di Pinocchio by Claudio landucci
Pescia e una corsa a cui non manca niente. Nemmeno i giochi ed i ricordi by Loris Neri

34^ Marcia di Pinocchio by Claudio landucci

34^ marcia di Pinocchio

34^ Marcia di Pinocchio (Tapascioneide)

"Che dice la pioggerellina di marzo che picchia argentina sui tetti.....",cosa sussurra "la nebbia che agli irti colli piovigginando sale"? ci dice : sveglia, anche se la mattinata non ha niente di primaverile anzi pare quasi inverno, destati dal tuo torpore lascia il calduccio del letto e vai a correre.

Oggi mentre tanti sono i competitivi che calpestano il suolo Romano,una valanga i tapascioni che partecipano alla stra Milano, molti meno coloro che zampettano alla corsa di Montecatini, noi riluttanti a metterci in gioco optiamo per la 34^ edizione della marcia di Pinocchio che si tiene in quel di Pescia, erano anni che non vi prendevamo parte, causa le varie gare competitive contemporanee, tra questa la mezza maratona della città di Pistoia.Questa è l' occasione buona per rivivere una marcia dal percorso suggestivo immerso nel verde oggi inondato di tanta acqua e fango, peccato non percepirne gli odori, mi contento di udirne i rumori dettati dai vari rivi d' acqua che scrosciano in ogni dove, dal frusciare delle foglie mosse dal vento e dal canto di qualche volatile.

Poi entriamo nel parco di Pinocchio,che ti fa riassaporare un infanzia che orami si perde nei meandri della memoria.

Un peccato non essere passati dal caratteristico paesino di Collodi castello causa la strada sdrucciolevole e pericolosa, decisione rispettabile ma anacronistica se si tiene conto che quel tratto di strada è provvisto di mancorrente cosa che non troviamo in molti tratti parimenti pericolosi che si trovano in molte passeggiate, questa compresa.

Per fortuna riesco però a sopperire a questa mancanza con l' aiuto dell' amico Loris che mi accompagna fuori dal tracciato per fotografarne qualche scorcio.

Per tornare alla passeggiata odierna, detto delle bellezze incontrate rimane l' ultimo tratto alquanto bruttino, una volta fuori dal parco di pinocchio ci troviamo su una strada in appetibile, sia per lo sguardo che per le gambe,in particolare l' ultimo tratto di sterrato dove le scarpe che nel frattempo si erano asciutte si sono nuovamente impregnate di acqua.

Buona l' organizzazione, tra l' altro graziata dalla pioggia, cordiali gli assistenti sul percorso, così come i ristori senza glutine messi a disposizione degli intolleranti e non solo, buono il pacco presenza composto da due confezioni di pasta fresca.