Il Vernacolo

Italia fori dall'Europeo by Marco Cecchella
La differenza fra l'omo e la donna by Marco Cecchella
Intervista a Paul Tergat by Marco Cecchella
I tesserini fidal by Andrea Maggini
Calo degli ascolti a Sanremo by Marco Cecchella
Scandicci by Marco Cecchella
Tre Toscane sul podio by Marco Cecchella
Il mio compleanno by Marco Cecchella
Cui tans tetis pociutis by Tony De Biasio
RGrande Fratello by Marco Cecchella
Il certifiato Medio by Andrea Maggini
Uscita a Lucca by Marco Cecchella
Le notizie in diretta by Marco Cecchella
Si vole la carta by Marco Cecchella

Scandicci - Lo sbaglio del percorso

 

Ed eccoci a raccontà i fatti di domenia a Scandicci. S'era deciso di venì costì grazie ar suggerimento der nostro personal treiner il quale c'aveva detto: "Dovete fa na' mezza maratona". Guardando 'r calendario de le 'orse Scandicci cadeva a pennello.

Si parte la mattina presto. L'appuntamento era con Dado lo straniero di 'olore der nostro gruppo. La sera prima ni telefono e ni dio: "Dado, domani c'è da corre, sta notte lascia sta la tu moglie, pensa a dormì e domani, un fa come il solito, fatti trovà pronto e vedi un popo di fa colazione".

Vedi di fa colazione? Deh, la mattina alle 7 l'ho trovato che stava mangiando la pasta! Boia bimbo o come fai a mangià du etti di pasta appena arzato!

Si parte con la mi macchina in direzione Firenze. Questa vorta vedo di prestà un poino d'attenzione sulla superstrada FI-LI-PI, ai limiti visto che l'ultima vorta t'ho chiappato ben du murte ner giro di 11 km!

Il viaggio prosegue bene e s'arriva puntuali a Scandicci. Si ritira r' pettorale e si 'omincia a scardarsi. Deh avete mai provato a scardarvi co' uno di 'olore! Il suo passo di riscardamento è uguale ar mi passo quando faccio 100 metri a tutta. Lui chiacchierava e un sudava punto...io ero tutto zuppo co' battiti der cuore a dugento! Finito 'r riscardamento che per me erano delle bone ripeture siamo andati alla partenza...

Qui c'era la punzonatura. C'era uno che ti puntava una popò di pistola sur pettorale. Sembrava d'esse ar supermercato quando 'ompri pomodori. I pomodori s'era noi. Appena m'ha puntato la pistola sul displei (della pistola) è apparto un numero 10...deh - ho pensato - quando costo poo!

Si entrava quindi in un recinto. Qui c'erano 900 podisti che si scardavano girando a cerchio come fanno i cavalli in San Rossore prima di 'omincià na 'orsa.

Inzomma fra na foto e l'artra, ci si avvicina alla partenza. Qui mi sono guardato bene dal stioccarmi in prima fila...deh da dietro t'arrivano a dumila e ti stiacciano subito. Ho lasciato Dado in prima fila mentre io ero poo più indietro.

Siamo partiti e mi sono stioccato subito ar mi ritmo pensando come sempre "parto piano, però sono sempre in tempo a rallentà ner finale!".

Passo così i vari km per la campagna di Scandicci. Bella ma deh 'r tempo un è stato morto cremente. Pioggerellina fine ed umidità a dumila...

Km dopo km, mi rendo 'onto che un sto andando così male. E inzomma chiudo come se niente fosse in 1:34 e spicci. Assolutamente pago della mia prestazione.

Ma ora arriva la soddisfazione più bella... dopo poino vedo arrivà arcuni che erano partiti in prima fila. Deh arrivati dopo di me! Maiale 'oh come sono andato forte... deh se ontinuo 'osì come minimo vado alle olimpiadi.

Stranamente però tutti vesti campioncini smoccolavano come turchi (no forse i turchi fumanvano e basta!) comunque smoccolavano. Ho pensato deh campioncini devono esse tutti poo religiosi!

Dopo poo ho capito. Avevano fatto quarche chilometrino in più! L'ho sempre detto. Perchè a me un mi capita mai di sbaglià percorso? Perchè so' lento. So talmente lento che ad ogni incrocio faccio in tempo a guardà bene, a chiede informazioni, a be un ponci e a ripartì. Voi deh andate a dumila un ci pensate un seondo e imboccate le prima strada che vi torna meglio... Andate più piano e vedrete che farete prima ad arrivà all'arrivo!

Un urtima precisazione. Mi diono che 19 sono quelli che sono arrivati al traguardo e che hanno sbagliato rotta. L'organizzazione dice 20. Seondo me c'è sempre uno che da tre giorni sta ancora correndo nelle 'ampagne di Scandicci e un s'è ancora accorto che ha sbagliato strada!!!!